Area
diagnosi

- Anamnesi e Valutazione Clinica
- Valutazione e prescrizioni esami strumentali
- Diagnosi
- Infiltrazioni (se necessario)
- Piano di Trattamento
- Controllo

Area
prevenzione

- Esercizi personalizzati
- Esercizi per piccoli gruppi
- Corsi di Clinical Pilates
- Esercizi domiciliari
- Riabilitazione Posturale Propriocettiva
- Valutazione programmi pre esistenti
 

Area
trattamento

- Valutazione Riabilitativa
- Piano di trattamento
- Terapia Manuale
- Terapia Fisica
- Riabilitazione Posturale Propriocettiva
- Riabilitazione Domiciliare
 

La semplicità e la logica del movimento

L'uomo è stato "progettato e costruito" per essere in movimento.

L'apparato locomotore sfrutta ogni singolo elemento, osso, muscolo, tendine, capsula, nervo, sangue , etc per garantire un equilibrio di funzione che permetta l'ottimizzazione della prestazione e il mantenimento del benessere.
Più il movimento prodotto si discosta dal movimento naturale (fisiologico) più sarà probabile la comparsa e lo sviluppo di infiammazioni e disfunzioni, accelerando così il naturale processo di "consumo articolare", l'artrosi.
La fisioterapia o meglio, la rieducazione funzionale, può essere in grado, in relazione alla diagnosi clinica di competenza medica, di ripristinare al meglio la qualità del movimento minimizzando i rischi di un uso imperfetto del nostro corpo.

Studi e Ricerche professionali

Oltre vent'anni di professione hanno permesso di sviluppare studi e ricerche che, spesso, sono stati presentati in Congressi e Convegni a livello Nazionale.
Molte volte durante i Congressi è capitato di aspettare con vivido interesse la presentazione del collega fisioterapista. Purtroppo molte volte ci si è trovati delusi dalla qualità del prodotto e dalla modalità di presentazione dello stesso, molte altre volte invece si è potuto apprezzare capacità, competenza, ricerca ed inventiva nelle soluzioni proposte.
Cliccare qui per una rassegna delle presentazioni preparate e presentate in questi anni.

NO e SI

NO

No a lunghi tempi di attesa per accedere ai servizi
No ai protocolli e ai programmi di lavoro uguali per tutte le patologie
No ai foglietti di esercizi standardizzati da distribuire ai pazienti
No al ricorso alla farmacologia e alla chirurgia "facile"
No alla vita troppo sedentaria

SI

Si ad appuntamenti con al massimo una settimana d'attesa
Si alle linee guida per orientare in modo professionale la valutazione e il trattamento
Si ad esercizi domiciliari personalizzati.
Si alla valutazione ergonomica domestica e lavorativa
Si all’attività fisica secondo le proprie simpatie e possibilità