Ambulatorio dedicato di ortopedia: Tendinopatie

Il tendine è una struttura costituita per il 75% da collagene (che lo rende molto resistente, capace di accumulare energia e trasmettere forza) e fibre

Collega il muscolo all’osso, con un coefficiente elastico superiore a quello dell’osso ma inferiore a quello del muscolo

Questo aspetto permette di modulare la forza generata dalla contrazione muscolare e di compiere un movimento fluido e controllato

Permette anche di assorbire i carichi, e soprattutto i sovraccarichi, deformandosi per proteggere la struttura muscolare

Il Simposio Internazionale sulle Tendinopatie del 2019 (ICON 2019) ha indicato in TENDINOPATIA il termine più corretto per indicare il dolore persistente e la perdita di funzionalità legata al carico.

Il termine è stato considerato il più idoneo perché NON implica necessariamente la presenza di uno specifico processo patologico/biochimico proprio invece dell’infiammazione (Tendinite).

La Tendinosi è invece un processo di degenerazione e alterazione strutturale. E’ bene ricordare però che anche i processi di invecchiamento, adattamento e riparazione mostrano all’esame diagnostico quadri analoghi ma non per questo patologici.. La rilevanza clinica potrebbe quindi essere considerata incerta.

Alla base delle tendinopatie sembrano esserci micro stress ripetuti che non sono stai compensati da un adeguato e completo processo di guarigione

Quando il tendine viene sollecitato, fino ad un allungamento del 2% della sua lunghezza di riposo le sue fibre si stirano e si appiattiscono

Allungamenti inferiori al 4% consentono al tendine di ritornare nella sua condizione di funzionalità naturale

Allungamenti dall’8% al 10%, cominciano a generare dei danni strutturali microscopici

Tensioni superiori possono generare lesioni macroscopiche

 

Cosa fare? E con chi?

Visita Diagnostica – tutti gli specialisti indicati

  • Eventuale prescrizione di esami strumentali (tutti gli specialisti indicati)
  • Terapia Infiltrativa e prescrizione farmacologica (tutti gli specialisti indicati)
  • Esame ecografico (Dr. Battistella)
  • In caso di necessità chirurgiche agevolazioni nella prenotazione negli ospedali di riferimento (tutti gli specialisti indicati)

Trattamento Conservativo – staff fisioterapisti Area Fisio

  • Terapia Manuale: mobilizzazione, rieducazione motoria, rieducazione funzionale (tutti)
  • Terapie Fisiche antidolorifiche antinfiammatorie (Tecar – Tecar SIN – LIMFA) (tutti)
  • Terapie Fisiche rigenerative (LIMFA) (tutti)
  • Utilizzo competente Kinesio Taping Method (tutti)
  • Rinforzo e controllo muscolare con uso di Pulley Riabilitative ed elastici

Trattamenti

  • Infiammazioni e dolori – Tecar SIN

    La Tecar SIN consente il trattamento delle sindromi infiammatorie e dolorifiche, attraverso l’utilizzo di 3 terapie in grado di lavorare sinergicamente.

  • Infiammazioni e dolori – Tecar terapia

    La Tecar Terapia consente il trattamento delle sindromi infiammatorie e dolorifiche.

  • Kinesio Taping

    Il Kinesio Tape crea una stimolazione sulla pelle attraverso la quale è in grado di “condizionare”, in modo naturale, la risposta di numerosi recettori neurali e del tessuto muscolare.

  • Limfa®

    Limfa® è in grado di accelerare la guarigione e la rigenerazione cellulare, con risultati estremamente efficaci.

Notizie correlate

Per informazioni e appuntamenti: 348 694 76 67

O contattateci via mail